Salta il menu

Strumentista di Sala Operatoria

Sito Web sull'Assistenza Chirurgica
Home >> Note Operative > Trasportare e posizionare il paziente chirurgico

       

Trasportare e posizionare il paziente chirurgico

1. Obiettivi di apprendimento

Dopo avere letto questa pagina dovreste essere in grado di:
  • Trasferire un paziente cosciente dal letto di reparto al passamalati
  • Trasportare il paziente in sicurezza alla SO od in altro luogo dell'ospedale
  • Descrivere il posizionamento sicuro del paziente
  • Comprendere le necessità dell'imbottitura e della protezione in corso di posizionamento
  • Trasferire un paziente incosciente sul passamalati in modo sicuro

2. Parole chiave

Reggibraccio: Estensione amovibile del tavolo chirurgico su cui adagiare l'arto superiore
Reggigamba: Sezione amovibile del tavolo operatorio che sostiene l'arto inferiore. È dotato di possibilità di flessione
Reggicapo: Sezione amovibile del letto su cui è adagiata la testa del paziente. Può essere angolato per flettere od iperestendere il collo del paziente
Snodo del tavolo: Sezione del tavolo chirurgico che può essere flessa per fare assumere al paziente particolari posture

Il trasporto ed il posizionamento sicuri del paziente, è una abilità che tutto il personale di Sala Operatoria deve perfezionare. Il paziente deve essere trasportato in SO prima dell'intervento, posizionato sul tavolo operatorio e trasportato al passamalati a fine procedura. Queste azioni devono essere eseguite con la massima cura e attenzione.

3. Trasporto di pazienti coscienti

Ci sono molti rischi associati al trasporto di pazienti, al di la del fatto che il paziente sia cosciente o meno.
I pazienti possono cadere durante il trasferimento. Cateteri, tubature dell'ossigeno ed altri dispositivi medici possono causare severi traumi se vengono strappati via dal corpo. I dispositivi meccanici usati per posizionare e trasportare il paziente possono schiacciare, abradere o fratturare. Il trasporto in sicurezza richiede che il personale sia adeguatamente formato, attento e delicato. Tuttavia, nonostante queste attenzioni, il paziente corre dei rischi nelle delicate manovre di trasporto e trasferimento.

3.1 Veicoli di trasporto

I veicoli da trasporto sono impiegati per portare il paziente nei vari luoghi del'ospedale, quando se ne presenti la necessità. I pazienti chirurgici sono solitamente trasportati dal reparto al Blocco Operatorio con l'uso del letto di reparto. I moderni letti sono provvisti di strutture in grado di mettere al sicuro il paziente e i presidi ad esso collegati. I letti migliori e più indicati per questo trasporto, debbono avere i seguenti requisiti:
  • Ruote bloccabili
  • Pareti amovibili di contenimento, che evitino al paziente di cadere. Per i letti pediatrici queste barriere devono essere sufficientemente alte per evitare che il bimbo cada scavalcandole
  • Asta portaflebo regolabile ed amovibile
  • Rack portabombola d'ossigeno
  • Possibilità di riposizionamento del paziente
  • Leve e presidi di ricollocamentoi facilmente accessibili dal personalel
  • Manovrabilità massima
  • Dimensioni adeguate
  • Testiera e parete ai piedi amovibili
  • Stabilizzatori e immobilizzatori del materasso
  • Superfici facilmente lavabili

3.2 Trasferimento da e sul tavolo chirurgico

Prima di mobilizzare qualsiasi paziente cosciente dal proprio letto di reparto, l'infermiere deve valutare la situazione propria di quel paziente. Il paziente è portatore di catetere vescicale? È sotto ossigenoterapia costante? È un paziente anziano? Ha limitazioni di movimento, od ha protesi degli arti? Il paziente è vigile o sedato? Dovrebbe essere disponibile del personale di supporto, per poter eseguire il trasferimento con elevato grado di sicurezza, specialmente con pazienti provvisti di numerosi presidi, incoscienti o anestetizzati. Nessun membro del personale è autorizzato a procedere al trasferimento del paziente se non ha familiarità con gli strumenti impiegati per fare ciò.
Supponendo di essere nell'area di accoglimento del paziente e di avere un tavolo chirurgico mobile, per trasferire il paziente dal letto al tavolo chirurgico, l'infermiere dovrebbe:

  1. Dire al paziente cosa sta' per accadere
  2. Liberare ogni catetere ed ogni tubolatura, liberare le vie venose e tutto ciò che potrebbe rimanere ancorato al letto durante il trasferimento
  3. Accertarsi che ogni cavo o tubo sia sufficientemente lungo da non limitare la manovra di trasferimento
  4. Liberare ogni telo che possa ostacolare la manovra di trasferimento
  5. Allineare il letto del paziente al tavolo chirurgico
  6. Bloccare tutte le ruote
  7. Adeguare l'altezza di letto e tavolo in modo che la manovra risulti comoda per il personale
  8. Posizionarsi all'altro lato del tavolo chirurgico per aiutare ed accogliere il paziente
  9. Chiedere al paziente di muoversi lentamente verso il tavolo operatorio
  10. Assistere il paziente in questa manovra
  11. Non denudare il paziente in questo frangente
  12. Trasferire quindi tutti i presidi attaccati al paziente
  13. Controllare ancora che tutti i tubi siano liberi. Le fleboclisi non devono essere appoggiate accanto al volto del paziente, ma piuttosto tra le sue gambe
  14. Applicare le fasce di contenimento
  15. Allontanare il letto di reparto
  16. Procedere a portare il paziente in sala spingendo il letto dalla parte in cui è posta la testa del paziente, in modo da proteggerla

4. Trasferimento e posizionamento di pazienti anestetizzati

Si presuppone di trasferire il paziente nell'area di risveglio con il letto dedicato, per cui deve avvenire un trasferimento dal tavolo chirurgico al letto usando un roller.
  1. Chiedere sempre prima all'anestesista il permesso di mobilizzare il paziente ancora anestetizzato
  2. Assicurarsi che ci sia personale sufficiente per eseguire questa manovra
  3. Fare molta attenzione ad evitare di lussare o danneggiare gli arti, agendo con gentilezza ed attenzione. Porre gli arti sempre in un atteggiamento fisiologico e mantenerlo. Il paziente non può dire se prova dolore.
  4. Non denudare il paziente nel rispetto della sua dignità
  5. Proteggere le vie venose, le tubolature, i drenaggi
  6. Mantenere sempre la colonna allineata ed evitare manovre che creino torsioni, iperestensioni o iperflessioni
  7. Quando l'anestesista da il consenso, il paziente viene leggermente girato e viene quindi posto il roller sotto la schiena del medesimo
  8. Spingendo il paziente con gradualità, questo viene fatto traslare sul letto, mentre dalla parte opposta degli operatori accolgono il paziente
  9. Giunto nella parte centrale del letto, il paziente viene girato dalla parte opposta per consentire di rimuovere il roller
  10. Sistemare il paziente e procedere al suo trasporto in area di risveglio
  11. Il lavoro in equipe è estremamente importante, ma nel corso della procedura un leader deve dare il via alle operazioni

Questa pagina ti è stata utile?
Scrivi all'autore per esprimere il tuo giudizio e i tuoi suggerimenti, indicando il titolo di questa pagina.
Grazie :-)

Strumentista di Sala Operatoria