Salta il menu

Strumentista di Sala Operatoria

Sito Web sull'Assistenza Chirurgica
Home >> Note operative > Piani di lavoro

       

Piani di lavoro

I piani di lavoro rappresentano gli strumenti per organizzare l'assistenza diretta ed indiretta nelle sale operatorie, devono rappresentare una guida per il personale, devono rendere i comportamenti uniformi, devono contribuire a facilitare l'inserimento del neo assunto.
I piani di attività sono stati divisi tenendo conto delle posizioni lavorative all'interno di una sala operatoria:

Si ricorda che l'attività di sala operatoria non è solo quella legata all'atto chirurgico vero e proprio, ma anche quella legata al ripristino, riassetto degli ambienti, controllo dei materiali, delle scadenze, predisposizione delle istruzioni operative e delle procedure, inserimento del neo assunto, smaltimento dei rifiuti, della biancheria, controllo degli impianti, manutenzione dei gas medicali.

1. Piano di attività Strumentista

• Turno mattutino
  1. Ingresso in servizio (ore 7.00 - 7.30)
  2. Lettura del registro delle consegne
  3. Controllo del turno settimanale per conoscere la collocazione operativa, (di regola la disposizione è settimanale ma in caso di assenze improvvise o per mutate esigenze può subire variazioni)
  4. Controllo della lista operatoria (dati riguardanti gli operandi, tipologia degli interventi)
  5. Preparazione e controllo dello strumentario e del materiale che verrà utilizzato durante gli interventi
  6. Controlla l'integrità delle confezioni e relative scadenze.
  7. Lavaggio chirurgico delle mani nel rispetto delle procedure, vestizione con camice e guanti sterili.
  8. Preparazione del carrello per la strumentazione secondo le istruzioni operative e gli accorgimenti indicati in questa pagina
  9. è responsabile del conteggio preoperatorio dello strumentario chirurgico in collaborazione con l'assistente di sala come da procedura aziendale
  10. è corresponsabile del conteggio preoperatorio delle garze e delle faldelle laparotomiche, in collaborazione con l'assistente di sala come da procedura aziendale
  11. Utilizza tutti i dispositivi di protezione messi a disposizione dall'azienda per evitare il contatto con sangue e altri liquidi biologici
  12. Utilizza tutti i dispositivi di protezione messi a disposizione dall'azienda, per evitare punture accidentali con aghi e lame
  13. è responsabile, con l'assistente di sala, del controllo numerico degli aghi e dei taglienti che gli vengono forniti, come da procedura aziendale.
  14. Collabora con il personale medico durante lo svolgimento degli interventi chirurgici.
  15. Verifica che il materiale organico per esame istologico, citologico e colturale sia preparato, conservato e inviato correttamente (Consulta la pagina relativa a queste procedure)
  16. è responsabile, con l'assistente di sala, del conteggio degli strumenti e delle garze usate, PRIMA dell'inizio della fase di chiusura di ogni cavità addominale e/o toracica, dopo chiusura del peritoneo e della parete toracica, in sintonia con i chirurghi, come da procedura aziendale
  17. è responsabile del conteggio finale dello strumentario chirurgico, garze, aghi e taglienti, in collaborazione con l'assistente di sala, come da procedura aziendale
  18. Comunica al medico operatore i risultati dei conteggi, come previsto nella procedura aziendale
  19. Effettua la medicazione delle ferite chirurgiche ed il collegamento delle linee di drenaggio
  20. In collaborazione con l'assistente di sala, provvede allo smantellamento del campo operatorio ed all'allontanamento della teleria. Procede al disfacimento del carrello servitore portastrumenti ed allo smaltimento di aghi e taglienti
  21. Mette a disposizione del personale addetto alla centrale di sterilizzazione, lo strumentario chirurgico per le procedure di decontaminazione, lavaggio con disinfezione termica e riconfezionamento
  22. Segnala al personale addetto alla centrale di sterilizzazione eventuali anomalie o controlli da effettuare su strumentari e sulla necessità di eventuali sostituzioni
  23. Predispone per l'intervento chirurgico successivo
  24. Esercita attività didattica nei confronti del personale di nuova assegnazione e degli allievi infermieri
  25. è responsabile della corretta tenuta della sala operatoria per ciò che riguarda l'ordine, la pulizia, la riorganizzazione tra un intervento e l'altro
  26. Segnala al coordinatore e/o al referente tecnico, eventuali problemi, guasti, carenze di materiale, ecc.
  27. Lascia le consegne, al cambio turno, ai colleghi ed effettua le annotazioni del caso sulla consegna infermieristica

2. Piano di attività Assistente di sala

• Turno mattutino
  1. Ingresso in servizio(ore 7.00 - 7.30)
  2. Lettura del registro delle consegne
  3. Controllo del turno settimanale per conoscere la collocazione operativa, (di regola la disposizione è settimanale, ma in caso di assenze improvvise o di mutate esigenze, può subire variazioni)
  4. Controllo della lista operatoria (controlla e si attiva in accordo con l'assistente chirurgico, affinché tutto il materiale sia a disposizione)
  5. Controlla l'integrità delle confezioni e relative scadenze
  6. Controlla l'integrità dei container e la presenza dei rilevatori di sterilità dei medesimi e ne verifica la scadenza
  7. Provvede al controllo della sala operatoria e della presenza di tutto lo strumentario necessario.
    Controlla preliminarmente le connessioni e il funzionamento degli elettromedicali presenti e/o necessari. Controlla il funzionamento delle lampade scialitiche
  8. Verifica la disponibilità dei d.p.i. (maschere, maschere con visiera, guanti in lattice, in vinile maschere con filtro, camici...)
  9. Procede ad impostare il foglio infermieristico informatizzato ed a conservare l'etichetta del container per la rintracciabilità
  10. Inserisce i dati nel foglio del conteggio (Etichetta identificativa adesiva, data odierna)
  11. Coadiuva l'assistente chirurgico nella sua vestizione e nell'allestimento del carrello servitore
  12. è corresponsabile del conteggio preoperatorio delle garze e delle faldelle laparotomiche, in collaborazione con l'assistente chirurgico, come da procedura aziendale
  13. Applica la piastra del bisturi elettrico all'operando assicurandosi che la cute sia priva di peli ed asciutta
  14. Procede con l'assistente anestesiologico e con il medico anestesista, al corretto posizionamento dell'operando e controlla l'efficacia dei sistemi di contenimento e l'assenza di ostacoli o condizioni che possano arrecare danno al paziente in caso di riposizionamento in corso di intervento
  15. Sistema e accende le lampade scialitiche in modo che venga illuminata la parte sottoposta all'intervento
  16. Introduce il catetere vescicale, quando l'intervento chirurgico lo richieda, in collaborazione con l'assistente anestesiologico
  17. Completa le vestizione dell'equipe medica e contribuisce all'avvio dell'intervento
  18. Collega e accende i vari elettromedicali e procede al riposizionamento del paziente, in base alle indicazioni del chirurgo
  19. Assiste e collabora continuativamente con l'assistente chirurgico ed i chirurghi, durante tutte le fasi dell'intervento chirurgico
  20. Prepara e inserisce i campioni anatomici, che gli vengono consegnati, negli appositi contenitori e li immerge nei liquidi di conservazione disponibili. Allestisce apposita legenda cartacea da consegnare al chirurgo, per la stesura della richiesta informatizzata (Consulta la pagina relativa a queste procedure)
  21. Raccoglie e tratta i campioni biologici, da sottoporre ad esami chimico-batteriologici, secondo le procedure indicate e completa la richiesta informatizzata, rispettando le corrette procedure di invio o di collocazione dei medesimi
  22. Procede, insieme all'assistente chirurgico, al conteggio di garze e strumenti, secondo le procedure aziendali e segnala chiaramente l'esito di tale conteggio
  23. Collabora allo smantellamento del campo chirurgico, a intervento concluso e procede a ricomporre il paziente prima del risveglio
  24. Allontana container e strumenti usati. Riordina l'area di preparazione del carrello servitore e procede a preparare il materiale per l'intervento successivo
  25. Aiuta l'assistente anestesiologico ad allontanare il paziente dalla sala operatoria
  26. Procede ad applicare, quando disponibili, le etichette adesive ai contenitori dei pezzi anatomici e colloca i contenitori nell'apposito luogo, dal quale partiranno alla volta del laboratorio
  27. Risolve, ove possibile, i problemi di natura tecnica e/o organizzativa che si possono presentare, riferisce al coordinatore e/o al referente di settore, annota le consegne sul registro, trasmette verbalmente le consegne al cambio turno

3. Piano di attività dell'Assistente anestesiologico

• Turno mattutino
  1. Ingresso in servizio (ore 7.00 - 7.30)
  2. Lettura del registro delle consegne
  3. Controllo del turno settimanale per conoscere la collocazione operativa, (di regola la disposizione è settimanale ma in caso di assenze improvvise o di mutate esigenze, può subire variazioni)
  4. Controllo della lista operatoria ed in particolare cognome, nome del paziente, sesso, età, tipo di intervento previsto, lateralità ed eventuali note presenti quali preanestesia
  5. Organizza il percorso dell'operatore addetto al trasporto del paziente, dal reparto di degenza alla sala operatoria (gli operandi giungono nel blocco tra le 7.30, 7.45)
  6. Contatta telefonicamente gli infermieri delle unità operative di degenza, che si occupano della preparazione degli operandi, per predisporre la loro preparazione, annota sulla lista operatoria l'orario e il nominativo dell'infermiere con il quale ha comunicato
  7. Controlla e appronta l'area anestesiologica della propria sala, esegue i necessari test preliminari del respiratore e controlla la presenza dei dispositivi ad esso collegati (bracciali pressione, cavi ecg, saturimetro)
  8. Controlla la disponibilità dei materiali previsti per l'anestesia, controlla il funzionamento del laringoscopio
  9. Controlla il corretto funzionamento del letto operatorio, si accerta che tutti gli accessori, compresi i presidi antidecubito e le unità riscaldanti siano disponibili
  10. Sulla base del tipo di anestesia prevista prepara i dispositivi e i farmaci per l'induzione ed il mantenimento dell'anestesia
  11. Dispone per l'ingresso del paziente in sala di preparazione, dopo aver controllato che il letto operatorio soddisfi le necessità dello specifico intervento
  12. Sistema il paziente sul letto operatorio, aiutato dal personale addetto al barellamento e se necessario da un collega e controlla la presenza degli adeguati presidi per la sua immobilizzazione (fasce agli arti inferiori, reggibraccio, fermapolso)
  13. Si accerta dell'identità del paziente utilizzando la procedura prevista
  14. Si accerta che il paziente non abbia protesi dentarie mobili, monili, controlla che sia stato evidenziato il sito chirurgico secondo la procedura
  15. Ascolta le disposizioni del medico anestesista in merito al tipo di anestesia da indurre (loco-regionale, spinale, generale) ed appronta tutto il materiale necessario, anche per pratiche accessorie (pressione cruenta, catetere epidurale, CVC, ecc.)
  16. Sistema il paziente dentro la sala operatoria e provvede alla monitorizzazione (ECG, Saturimetria, PAO)
  17. Coadiuva il medico anestesista nella induzione della anestesia e provvede agli ultimi dettagli prima dell'inizio dell'intervento
  18. Nella fase intraoperatoria provvede ad eseguire le prescrizioni del medico anestesista, per le proprie pertinenze
  19. In prossimità della fine dell'intervento, anche in base alle indicazioni dei chirurghi, provvede a contattare il reparto di appartenenza del paziente successivo e ne dispone la preparazione e l'arrivo nel blocco operatorio
  20. Collabora alla compilazione della scheda infermieristica informatizzata e compila la scheda di collegamento per le u.o.
  21. In fase di risveglio, aiuta il medico anestesista a risvegliare il paziente e ad accompagnarlo nella sala di risveglio e, da qui, all'esterno del blocco operatorio
  22. Consegna tutta la documentazione clinica del paziente al personale addetto al barellamento
  23. Se l'operato deve essere trasferito in terapia intensiva, l'assistente con il medico anestesista, organizza ed effettua il trasporto
  24. Se le condizioni cliniche dell'operato non sono stabili, in accordo con il medico anestesista, provvede ad accompagnare personalmente, con l'ausilio del personale addetto al trasporto e, se occorre, del medico anestesista, l'operato nell'u.o. di provenienza
  25. Ripristina i materiali e le apparecchiature, prepara l'operando successivo seguendo le stesse fasi sopra descritte, sino alla fine del turno di servizio
  26. Provvede ove possibile a risolvere i problemi di natura tecnica e/o organizzativa, riferisce al coordinatore
  27. Lascia le consegne scritte e verbali ai colleghi

4. Piano di attività infermieri del blocco operatorio

Turno pomeriggio

Il turno pomeridiano (ore 14.00 - 20.00) prevede la presenza in servizio di numero 2 equipes infermieristiche:

  1. equipe dedicata all'attività chirurgica d'elezione come da programma settimanale
  2. equipe dedicata all'attività chirurgica urgente/emergente e al riassetto e ripristino dei materiali e degli ambienti del blocco operatorio

Le attività legate all'effettuazione degli interventi in elezione e/o in urgenza si svolgono come previsto nel piano di lavoro del mattino.

5. Attività del turno pomeridiano

  1. Gli infermieri del pomeriggio controllano la loro collocazione operativa nel turno settimanale, (di regola la disposizione è settimanale, ma in caso di assenze improvvise o di mutate esigenze, può subire variazioni)
  2. Leggono le consegne infermieristiche
  3. Ricevono le consegne dal coordinatore e dai colleghi del turno precedente, ricevono in consegna gli stupefacenti
  4. Si dispongono nelle sale operatorie ancora in corso
  5. L'assistente chirurgico e di sala procedono ai conteggi di garze, taglienti, aghi e strumentario assieme ai colleghi del turno mattutino
  6. Approntano la sala operatoria per la seduta operatoria in programma per il pomeriggio
  7. Effettuano gli interventi programmati per il pomeriggio
  8. Si attivano per lo svolgimento di interventi chirurgici in urgenza - emergenza
  9. Effettuano pulizia degli strumenti elettromedicali, dei carrelli e degli arredi prima di ricollocarli nelle sale operatorie a sanificazione avvenuta
  10. Effettuano controllo e rifornimento dei materiale che devono essere presenti nei carrelli, nella zona preparazione pazienti e negli armati dedicati
  11. Effettuano controllo delle liste operatorie del giorno successivo per ciò che riguarda la preparazione della strumentazione e dei materiali necessari affinché si rilevino tempestivamente condizioni che potrebbero ritardare o complicare lo svolgimento di tali sedute operatorie
  12. Provvedono alla sistemazione dei materiali consegnati dalla farmacia e dall'economato, al controllo e segnalazione sul registro delle consegne dei materiali che scarseggiano
  13. Annotano le consegne sul registro
  14. Lasciano il servizio

Questa pagina ti è stata utile?
Scrivi all'autore per esprimere il tuo giudizio e i tuoi suggerimenti, indicando il titolo di questa pagina.
Grazie :-)

Strumentista di Sala Operatoria