Salta il menu

Strumentista di Sala Operatoria

Sito Web sull'Assistenza Chirurgica
Home >> Note operative > Dispositivi di Protezione Individuale

       

Dispositivi di Protezione Individuale

I Dispositivi di Protezione Individuale o DPI, sono dispositivi che lo Strumentista deve impiegare per proteggersi da eventuali contaminazioni o incidenti professionali, mentre svolge il proprio lavoro.

1. Dispositivi Anticontaminazione

Questi dispositivi proteggono da contatti con liquidi, secrezioni o sangue che potrebbero determinare la trasmissione di malattie. Possono essere dispositivi a protezione di occhi, bocca e naso e dispositivi che impediscano la lesione della cute delle mani a seguito dell'azione di aghi e/o taglienti.
Il primo tipo è rappresentato da mascherine impermeabili e con visiera trasparente che protegge tutta l'estensione del viso e sono i presidi di più largo e raccomandato impiego. Sono disponibili anche occhiali a larga copertura per impedire la contaminazione degli occhi dello strumentista da liquidi e sangue.
Il secondo tipo è rappresentato da guanti rinforzati che si oppongono con più efficacia alla penetrazione accidentale di aghi o lame.

Per proteggere le mani da eventuali contatti con aghi o taglienti, è possibile impiegare guanti rinforzati, se disponibili, oppure indossare due paia di guanti. Questa ultima soluzione è quella più impiegata, dato che offre una discreta protezione alla penetrazione di aghi e punte. Sono invece poco efficaci per limitare i danni da taglienti (bisturi).
Per evitare fenomeni di compressione sulle mani, è bene indossare due paia di guanti di misure differenti, tenendo in considerazione la possibilità di indossare il paio più stretto sopra il paio più largo. Paradossalmente a quanto appare logico, indossare il paio più stretto per primo, può portare allo scivolamento del paio di guanti più largo indossato per ultimo.

I DPI anticontaminazione vanno indossati prima dell'inizio dell'intervento chirurgico e vanno indossati correttamente come da istruzioni allegate al dispositivo stesso. Dopo la fine dell'intervento, vanno rimossi e gettati nei contenitori per rifiuti trattati. Non vanno indossati per effettuare l'intervento successivo.

2. Comportamenti di protezione individuale

Oltre all'applicazione dei DPI, lo strumentista può applicare dei comportamenti che limitino la possibilità di contatto con agenti potenzialmente infettivi.
  • Informarsi sulle condizioni del paziente per scoprire se sia noto portatore di malattie trasmissibili con sangue ed altri liquidi
  • Agire e muoversi con calma e con movimenti contenuti
  • Fare attenzione alle manovre chirurgiche per potersi proteggere adeguatamente
  • Tenere sotto controllo tutti gli strumenti potenzialmente pericolosi (aghi pieni e cavi, lame di bisturi, strumenti appuntiti) durante il loro uso
  • Collocare gli strumenti pericolosi in luoghi precisi del tavolino e mai nelle aree di maggior movimento e azione
  • Non lasciare strumenti pericolosi sul campo operatorio
  • Tenere sgombra l'area del campo dove vengono appoggiati gli strumenti da parte dei chirurghi
  • Non coprire mai gli strumenti pericolosi
  • Richiedere verbalmente attenzione quando sono in uso strumenti pericolosi
  • Allontanare subito dal campo il materiale infetto
  • In prossimità dell'apertura di cavità con del liquido potenzialmente infetto, accertarsi che l'aspiratore funzioni e che sia in prossimità del punto di apertura
  • Coprire le aree dalle quali potrebbe fuoriuscire del sangue o altro liquido a seguito delle manovre del chirurgo (percussione, uso di seghe e frese)
  • Non intersecare l'area chirurgica mentre sono in azione strumenti perforanti o taglienti

. . : : Valuta il tuo apprendimento : : . .


La tua risposta:
Esito:

Ricomincia Cheat Mode

Questa pagina ti è stata utile?
Scrivi all'autore per esprimere il tuo giudizio e i tuoi suggerimenti, indicando il titolo di questa pagina.
Grazie :-)

Strumentista di Sala Operatoria