Salta il menu

Strumentista di Sala Operatoria

Sito Web sull'Assistenza Chirurgica
Home >> Note operative > Dermatomo - Uso e avvertenze

       

Dermatomo - Uso e avvertenze

Il dermatomo è uno strumento di taglio che permette di stabilire lo spessore del prelievo cutaneo e la sua larghezza. È uno strumento impiegato in chirurgia plastica ricostruttiva, dove sia necessario ricoprire con tessuto cutaneo, aree in cui questo sia venuto a mancare, principalmente per eventi traumatici o ustori.

1. Obiettivo dell'uso

Prelievo di cute integra per effettuare un innesto.

2. Materiale occorrente

  • Dermatomo
  • Lame per il medesimo
  • Motore elettrico o aria compressa (se lo strumento funziona con questa)
  • Olio sterile di vaselina

Il dermatomo può essere alimentato da corrente elettrica, da aria compressa o protossido d'azoto. Non viene solitamente usato sulla pelle della parete addominale, poichè il supporto sottostante non fa controresistenza all'azione del dermatomo ed in più è molto mobile. La lunghezza del prelievo è relativa alla zona da ricoprire, inoltre esistono degli strumenti che massimizzano la copertura anche in presenza di un prelievo contenuto.

Il dermatomo consta dei seguenti componenti:
  • Motore del dermatomo
  • Piastre di larghezza differente per stabilire la larghezza ideale del prelievo
  • Chiave per serrare la piastra
  • Se viene impiegato a corrente elettrica è di solito presente un trasformatore esterno a 12 volt a cui si attacca il dermatomo vero e propri. Se viene impiegato quello ad aria compressa, è di solito presente il cavo a tenuta per l'aria compressa

3. Sequenza di impiego

Si tratta di una tecnica sterile.
  1. Dopo adeguata disinfezione dell'area in cui prelevare il segmento cutaneo, si procede ad asciugare la cute
  2. Una volta aperto il container del dermatomno si procede al suo montaggio.
  3. Lo Strumentista collega il dermatomo al cavo elettrico e porge all'Assistente di sala il terminale da collegare al motore
  4. L'Assistente di sala collega il terminale appena ricevuto al trasformatore e lo mantiene spento per motivi di sicurezza
  5. Lo Strumentista monta la lama monouso e, in base alle indicazioni del chirurgo, fissa la piastra sopra la lama, impiegando la apposita chiave
  6. L'Assistente di sala accende quindi il trasformatore e lo Strumentista effettua un test di funzionamento. Lo strumento è provvisto di sicura per evitare un'attivazione accidentale
  7. Il chirurgo lubrifica la zona dove eseguire il prelievo, impiegando l'olio di vaselina, in modo da favorire lo scorrimento dello strumento e della lama
  8. La cute su cui viene effettuato il prelievo viene messa in trazione con la mano
  9. Lo Strumentista pone il prelievo cutaneo in una ciotola con soluzione fisiologica, per favorire il mantenimento della idratazione. In essa rimarrà fino al suo innesto
  10. Il prelievo viene posto con molta cura sulla zona predefinita, aiutandosi con pinze chirurgiche di Adson. Il prelievo viene quindi steso impiegando dei tamponi bagnati o strumenti smussi
  11. Il chirurgo fissa il prelievo con delle graffette sottili e dispone i punti alla periferia del prelievo
  12. Per evitare che il prelievo aderisca alle garze da medicazione, vengono applicati diversi segmenti di garza grassa, sulle quali poi applicare normali garze da medicazione. Il tutto viene poi fasciato adeguatamente

4. Precauzioni

Il dermatomo è uno strumento da taglio potenzialmente pericoloso per gli operatori. Si raccomanda di prestare attenzione:

Prima dell'uso

Controllare che la lama sia ben fissata al supporto.

Durante l'uso

Ogni volta che l'uso venga temporaneamente sospeso, inserire sempre la sicura.

Dopo l'uso

Quando si è sicuri che lo strumento non venga più impiegato, disconnetterlo dalla fonte energetica.
Procedere al suo smontaggio premurandosi di asportare la lama e gettarla nell'apposito contenitore.

5. Manutenzione

  1. Pulire il manipolo con spugna con disinfettante saponoso. NON IMMERGERE
  2. La piastra distanziatrice si lava con acqua e disinfettante
  3. Si procede a riporlo smontato nel container
  4. Si sterilizza in autoclave

Questa pagina ti è stata utile?
Scrivi all'autore per esprimere il tuo giudizio e i tuoi suggerimenti, indicando il titolo di questa pagina.
Grazie :-)

Strumentista di Sala Operatoria